news
da siti web ok

Siti Web OK e l’imprenditoria femminile rurale nel 2020

L’esperienza di Siti Web OK inizia all’insegna dell’imprenditoria femminile rurale Donne veramente coraggiose che, aldilà del tempo che passa lentamente, dei luoghi bellissimi ma impervi, del terribile terremoto che ha…

L’esperienza di Siti Web OK inizia all’insegna dell’imprenditoria femminile rurale

Donne veramente coraggiose che, aldilà del tempo che passa lentamente, dei luoghi bellissimi ma impervi, del terribile terremoto che ha sradicato e raso al suolo ogni cosa, delle difficoltà di ogni tipo, sono capaci di immaginare e desiderare un mondo più bello, migliore e naturale.

Donne fortissime e con una forza di volontà immane, perché hanno scelto di crescere i loro figli in posti naturali ma difficili e poco comodi come i Monti Sibillini.

E non solo.
Donne che hanno deciso di riportare in auge una delle specie di pecore italiane più importante per le sue caratteristiche peculiari ma praticamente estinta: la pecora Sopravissana.

E noi del team di Siti Web OK siamo veramente felici di essere stati scelti da queste donne  per realizzare le loro vetrine tecnologiche e creare una comunicazione adatta per il loro segmento di mercato. E i dati statistici sull’incremento di pubblico e guadagni si è fatto subito sentire. Per i loro siti abbiamo creato una piccola rete tra siti e social, con cui dialogano con il mondo, soprattutto durante i periodi di transumanza delle greggi, in modo da poter avere sempre presenza di post in entrambe le piattaforme.

 

Il sogno di Silvia

Ripopolare e sviluppare la razza di pecora sopravissana dei Monti Sibillini. Per questo sogno è nata l’azienda agricola Sopravissana dei Sibillini, un’azienda in crescita con 160 capi.

La “sognatrice” è Silvia Bonomi, persona straordinaria, coordinatrice di questo gruppo di imprenditrici e anche di tante altre iniziative per la ricostruzione nei luoghi del terremoto.

È riuscita insieme al suo compagno a trovare degli esemplari (rari) di questa razza e con dedizione e passione, ha iniziato a riprodurla. E agnellino dopo agnellino ha messo su greggi con molti capi, con lo scopo di rivenderli alle fattorie che vogliano allevare queste pecore bellissime.

La sua azienda alleva e addestra anche i grandi cani bianchi abruzzesi, comunemente chiamati pastori maremmani, per la protezione delle greggi.

Silvia voleva essere presente sul web con con la sua vetrina, per poter promuovere lo sviluppo e la vendita della razza ovina Sopravissana dei Monti Sibillini, la lavorazione della sua lana e l’allevamento e vendita del cane bianco abruzzese.

Per lei abbiamo immaginato un sito veloce, che punti al diretto contatto tra azienda e suo interlocutore. Piccole infografiche che spieghino al meglio le informazioni contenute nelle pagine circa la pecora sopravissana e poi tante immagini della fattoria per rappresentare il lavoro importante che questa donna, con suo marito e i suoi collaboratori, stanno portando avanti.

 

La Sopravissana dei Monti Sibillini, un animale nobile e prezioso. 

Discende da un antico incrocio tra arieti Merinos Rambouillet francesi con pecore Vissane delle Marche. Da qui la pecora Sopravissana. Un animale dal pelo molto ricercato perché si trasforma in lana pregiata, dal latte saporito e dalla buona carne con cui produrre prodotti di vario genere. Insomma una pecora dalle mille sfaccettature.

Il grande cane bianco abruzzese

Quest’ultimo è il miglior acquisto da fare per proteggere le greggi dal nuovo proliferare dei lupi in montagna. La natura è equilibrata e i lupi ne fanno parte con la loro bellezza ma anche con la loro fame. Ma non per questo si devono sterminare nuovamente perché sono dei forti regolatori degli ecosistemi naturali montani. Ed è qui che c’è bisogno dei bellissimi cani bianchi. Solo loro possono affrontare a testa alta i lupi e farli desistere dall’attacco al gregge. E quindi se avete un gregge da difendere, l’azienda agricola Sopravissana dei Sibillini li alleva e addestra con amore.

 

Il Museo delle Lana di Giulia

A seguire l’apertura verso le tecnologie di internet è Giulia Alberti con suo marito, che ci hanno contattato per Fattoria La Rocca, un’azienda agricola dove, oltre ad allevare pecore sopravissane, hanno creato Il Museo della Lana e l’offerta di molti corsi di arte contadina.

Nel museo è possibile scoprire gli antichi segreti della filatura, attraverso strumenti di varie epoche, e della tessitura con i loro telai d’epoca in legno.

Ma non solo, organizzano visite guidate per i luoghi intorno alla Rocca di Montefortino con ottimo cibo genuino prodotto a km zero, corsi sulla colorazione naturale della lana, sulla costruzione di cesti, sulla creazione di saponi naturali, corsi sul felting e tante altre interessanti iniziative.

Per il sito Fattoria la Rocca abbiamo pensato ad una comunicazione che potesse raccontare Gli Antichi Gesti che hanno fatto grande l’imprenditoria italiana contadina. Abbiamo voluto immaginare un luogo rurale ma colto e da qui il sito impostato con un seguire di informazioni e immagini legati insieme da una grafica molto elegante e impattante. A raccontare le emozioni, i colori delle foto dei luoghi e del museo.

 

La magia della Sibilla e delle sue Fate

I monti Sibillini prendono il nome da un’antica leggenda che narra di un antro sul Monte Vettore dove vivevano una Sibilla e le sue Fate. La Sibilla veniva cercata per la predizione del futuro, e nei secoli moltissimi sono saliti sul monte per consacrare oggetti o chiedere responsi. Mentre le Fate, che uscivano solo di notte, avevano a volte contatti con gli esseri umani per elargire conoscenza sulla filatura e la tessitura della lana.

Leggenda bellissima a cui si è ispirata l’azienda agricola Le Terre delle Fate di Claudia di Cosmo e Santa Santolini.

In questa bellissima terra allevano la pecora sopravissana e coltivano cereali e legumi. E tutto con tecniche biologiche e rispetto dei cicli naturali. Hanno inoltre una produzione di prodotti alimentari che vendono in fattoria o in mercati biologici delle loro zone.

Per loro abbiamo immaginato un sito che fosse metà vetrina e metà e-commerce. Una comunicazione puntata a rappresentare una visione contadina completamente rinnovata, moderna e tecnologica con i prodotti in primo piano. Il sito è ancora in fase di sviluppo quindi non abbiamo ancora il link definitivo, ma ci tenevamo a raccontare questa esperienza perché queste donne ci hanno mostrato come ogni essere umano può, da un’idea, risollevare le sorti di un esperienza devastante.

 

Siamo italiani, un popolo creativo, sempre. 

Dedica tempo a creare la tua attività

a realizzare il tuo sito web ci pensa Siti Web Ok